Con semplici attrezzi da palestra, birilli, cerchi e qualche asta, si costruiscono due percorsi paralleli. I due gruppi corrono uno fianco all’altro. Non è una gara, non c’è nulla in palio, eppure l’entusiasmo e il tifo sembrano quelli di una finale olimpica, ed è proprio questo il bello dei bambini.

Torna indietro